mercoledì 10 giugno 2009

No onda

Sono qui nella mia stanza trai monti.
È tardi, magari non per tutti, ma dato che domani mi vorrei svegliare verso le 8 ..., sì è tardi. Come direbbe il mio stimanto Andre siamo nel "nerd time" eheh.
Stasera dopocena ho provato a fare qualche esercizio ... invano. La ragione non era disposta a collaborare.
Usando una similitudine potrei dire "stasera non c'era ONDA".
Alla soglia dei 21 anni - ebbene sì: "Auguri Fabri!" <-> "Grazie, grazie di cuore" - mi rendo sempre di più conto di quanto legare con le persone / mantenere legami esistenti sia complicato.
Bè?! Cosa c'è di nuovo?
Niente niente. Solo pensieri ... La vita impone strade diverse, dove volare soli è inevitabile!

scazzi di vita
attimi di parole gialle
sensazioni non esprimibili

E i rapporti umani? Difficili… la forza sta dentro di me in fondo: nell’approccio che vorrei avere nei confronti delle altre persone. Ma senza lasciarci influenzare troppo dalle abitudini altrui: gli atteggiamenti dell’altro spesso sono irritanti … e pure parecchio. Tuttavia se il mio approccio è elastico e comprensivo ci dovrebbe essere più serenità …. (probabile ma non sempre).
Si lo so, queste ultime frasi sono incomprensibili lo so. Consiglio io stesso di cliccare sulla x (spesso) rossa qua in alto.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi consenta di esprimerle ufficialmente quì sul suo blog i Miei Più Sinceri Auguri di Buon Compleanno e...si facci meno problemi a riguardo dei rapporti umani in quanto non sono cose alla portata di noi umani..appunto.
Grazie x l'Accoglienza e continui così.
Aurelz

Anonimo ha detto...

La penso perfettamente come te. Avere rapporti con altre persone è difficile. Bello, ma difficile. Un rapporto facile probabilmente è un rapporto di cui non ti importa niente.
Poi ci sono i rapporti difficili perchè la persona in questione è stronza. Capita pure troppo spesso.
Comunque...
Hai fatto bene ad esprimere questo tuo pensiero sul blog. Quindi un po' a tutti e un po' a nessuno.
Una volta ho fatto l'errore di parlarne con un amico e sono stato rimproverato. Per consolarmi ho tentato di convincermi del fatto che non sono stato tanto bravo a far capire il concetto che volevo esprimere.

Comunque...fa strano lasciare un commento dallo stesso pc con cui tu hai scritto il post XD

Un saluto
Andre (quasi nel nerd time)

Anonimo ha detto...

Purtroppo dobbiamo farci ragione di una cosa:ognuno di noi è fatto a modo suo!ebbene sì,siamo tutti diversi,nonostante ci possano essere affinità o stesse lunghezze d'onda molto difficilmente troveranno due persone uguali!e secondo me fortunatamente il mondo è così!quindi che fare?rassegnarsi al destino che ogni uomo è un isola?NO,GRAZIE!non fa per me!anche le isole si raggruppano in arcipelaghi!accettare l'altro che è diverso da me,che potrebbe pensarla in maniera diversa,che potrebbe giudicarmi perchè io sono diverso,non è certo un'operazione facile!ma è anche lì che si dimostra l'intelligenza!non nel farsi andar bene chiunque,di fare buon viso a cattivo gioco e addirittura forzarsi di di apprezzare ciò che non si condivide,ma fare tesoro della diversità dell'altro!allora magari si potrebbe guardare la persona che ci troviamo come un forziere in cui dentro ci si può trovare di tutto!poi una volta aperto si deciderà se piace o no!non so se quello che intendevo è stato espresso al meglio,nè se ho centrato l'argomento!però questo è quanto mi hai fatto pensare quando ho letto questo post!complimenti anche per quello precedente mi è piaciuto molto!solo che tu parli di una società di fretta,ma la domanda che mi è sorta è:ma chi è la società?non siamo forse noi?

Fabri ha detto...

@ Aurelz: grazie degli auguri caro mio. Sei sempre il ben accolto qui (e non solo) ;)

@ Andre: "Quindi un po' a tutti e un po' a nessuno." bellisima frase, descrive benissimo sto blog! hihi
immagino faccia senso commentare dal pc da dove si è postato :P. Comunque quando la tua Melinda sarà di nuovo tra le tue mani, mi farai provare l'emozione di postare da lì XD...

@"""Anonimo""": indubbiamente la società siamo noi, solo che io sono io e non sono noi! ahah
vabè dai sto scherzando...stasera ho un mal di testa colossale e dovevo un attimo smorzare i toni :P
anche io ultimamente ho imparato ad apprezzare di più ciò che c'è nell'altro, sia buono che cattivo. gran parte del merito di questa cosa va a 2 persone: una la conosci benissimo e l'altra è il caro Aurelz!

@ VOI: grazie dei vostri commenti, mi fanno molto piacere :)

Posta un commento

Non è necessario essere registrati per lasciare commenti! Basta selezionare Nome/URL e scrivere il proprio nome.