martedì 22 dicembre 2009

Velocemente


Il passato non si può rinnegare ma si girano tanto di quelle pagine che, credo, non c'è cosa più errata di rimanere indietro: lasciarsi scorrere e rimanere indietro.
Poi è sicuro che nel libro della nostra vita è sicuramente possibile usare dei segnalibri; quanti ne vogliamo, affinchè ogni tanto possiamo rivisitare il passato. Ma una visita non può essere assai lunga. Sia che essa riguardi cose belle, sia che interessi fatti molto negativi...
Ma al di là delle visite, il passato bussa da sè alla nostra porta, la porta del presente. E forse è proprio in queste occasioni che fa più male. Senza forse.


"è un po' come sputare via il veleno"
Luciano Ligabue


2 commenti:

Betta ha detto...

hai ragione..mai rimanere indietro..mai rimanere fermi..il libro della vita va sfogliato,le pagine vanno scritte, vissute..e voltate..alcune ci sembreranno più pesanti, sarà
perchè avremmo scritto con inchiostro nero e lacrime, altre più leggere, come i pensieri di quel momento..
certo, il nostro passato sarà sempre con noi, è ormai parte integrante del nostro bagaglio,ma forse è meglio non richiamarlo troppo spesso alla nostra memoria..
lasciamolo nella sua quiescenza.. sputerà lava bollente per i nostri cuori quando meno ce lo aspetteremo, dormirà tranquillo per il resto del tempo..
E con lui, anche noi..
..Betta!

Fabri ha detto...

e se il passato torna spesso a far male, mi viene da dire che in parte è anche colpa nostra. Se riusciamo a "passargli sopra" riscattandoci, compiendo azioni che ci riempano di soddisfazione personale, sicuramente in parte l'avremo indebolito, messo a tacere...ma mai rimosso. Perché è giusto che non sia rimosso.

Posta un commento

Non è necessario essere registrati per lasciare commenti! Basta selezionare Nome/URL e scrivere il proprio nome.